Prima Visita Odontoiatrica

Team dello Studio Odontoiatrico Dr. Tomarelli a Roma

Il nostro approccio alla prima visita dal dentista

La prima visita dal dentista è un momento importante per noi medici: è durante questo primo incontro che si determina il futuro rapporto tra le parti. Per questo cerchiamo sempre di mettere a proprio agio i nostri pazienti ed elaborare per loro la miglior diagnosi e il piano di cure più adatto. Del resto, siamo coscienti che chi si rivolge a noi ha sempre delle problematiche importanti da dover risolvere e vuole avere certezza di trovarsi davanti a professionisti seri e affidabili.
Per affrontare questa importante seduta nel modo più trasparente e proficuo per tutti, lo Studio Dentistico del Dr. Tomarelli ha messo a punto un protocollo scrupoloso che unisce alla fase diagnostica una fase conoscitiva e colloquiale: siamo convinti che la comunicazione e l’ascolto attivo dei nostri pazienti siano il presupposto migliore per una diagnosi approfondita e per la costruzione di un rapporto fondato sulla fiducia e la collaborazione reciproche.

Studio Dentistico Dr. Tomarelli a Roma: il protocollo per la prima visita

Durante la fase conoscitiva il primo approccio sarà principalmente colloquiale e servirà al Dr. Tomarelli per conoscere le abitudini del paziente, per ricostruirne la storia e avere un quadro completo della sua situazione clinica. A seguito di questa fase si passerà all’ispezione del cavo orale e all’approfondimento diagnostico. Solo al termine di tutti gli step previsti dal protocollo realizzeremo il piano di cura vero e proprio.


Le fasi del protocollo per la prima visita odontoiatrica:

Paola e Margherita, le due segretarie dello studio dentistico Tomarelli a Roma

Fase 1. Il paziente viene accolto dalle Segretarie, Paola o Margherita, e fatto accomodare (secondo la prassi prevista dal protocollo anti-Covid) in sala d’attesa. Qui gli viene fornito un questionario anamnestico da compilare, grazie al quale fornisce i suoi dati anagrafici e risponde ad alcune domande che riguardano il suo stato di salute generale.

Fase 2. Successivamente, una delle assistenti di studio, Cinzia, Maria o Flaminia, lo accompagna nella sala di lavoro assegnata. Qui il Dr. Filippo Tomarelli andrà a esaminare il questionario anamnestico, approfondendo alcuni aspetti più rilevanti, e ascoltando le esigenze del paziente, i motivi della visita e le sue aspettative.


Fase 3. Solo a questo punto si passerà alla visita del cavo orale, ispezionando denti, gengive, masticazione e profilo osseo. Se necessario, verranno effettuate in studio delle radiografie endorali (piccole radiografie) e una radiografia panoramica (OPT). 

(Si rimanda a una fase successiva l’eventuale esecuzione di una TAC Cone Beam digitale, a disposizione tra le tante tecnologie digitali dello studio).

Fase 4. Quando necessario, durante la prima visita viene anche eseguita una scansione digitale della bocca. Grazie allo scanner intraorale possiamo far vedere, in real time e direttamente sui monitor dello studio, lo stato di bocca e denti ai nostri pazienti. Ciò consente loro di capire meglio i motivi delle problematiche che presentano e le terapie che dovranno affrontare per risolverle.

scanner dentatura studio dentistico Tomarelli

Fase 5. Quando si prospetta la possibilità di dover ricorrere a protesi o a riabilitazioni estetiche e implantari , avviamo anche il protocollo fotografico: viso, labbra, denti, bocca. Le fotografie digitali serviranno per lo studio approfondito del caso, per la progettazione digitale del sorriso, e per comunicare in maniera più semplice e attiva con il paziente.

Fase 6. Dopo la diagnosi viene stilato il piano terapeutico, corredato da foto e radiografie, cui corrisponde un preventivo che illustra, con voci di spesa chiare e dettagliate, le terapie proposte. Alcune volte il piano terapeutico può prevedere diverse soluzioni che vengono spiegate nel dettaglio (tempi, costi, materiali…).

Ovviamente, il Dr. Filippo Tomarelli e la sua equipe medica sono sempre a disposizione del paziente per accogliere domande e rispondere a qualsiasi tipo di dubbio.

Fase 7. Il paziente che ha accettato il percorso di trattamento e cura, si coordinerà con la
nostra segreteria: individuerà i giorni e gli orari migliori per mettere in calendario gli appuntamenti necessari all’esecuzione della terapia, e concorderà le modalità di pagamento più consone alle sue esigenze.


Paura del dentista? Abbiamo la Sedazione Cosciente

ragazza sdraiata sulla poltrona del dentista con mascherina per la sedazione cosciente sul naso
Mascherina per la sedazione cosciente inalatoria

Fermo restando che la prima visita odontoiatrica non è dolorosa né tantomeno invasiva, ci rendiamo conto che alcuni pazienti possano temerla. Il nostro obiettivo come odontoiatri, non è solo proporre il piano di cure migliore per risolvere le problematiche dei nostri assistiti, ciò che vogliamo è anche far vivere loro un’esperienza rilassante e non traumatica.

A questo scopo, anche durante la prima visita, il paziente può provare la Sedazione Cosciente Inalatoria, per capire la sensazione piacevole che determina e per tranquillizzarsi ulteriormente: un metodo veloce, ideale per tutti e senza controindicazioni.

In pochi secondi, grazie all’inalazione del protossido d’azoto unito all’ossigeno, il paziente si trova immerso in uno stato di leggerezza in cui non percepisce né stress né fastidio, pur rimanendo vigile. Alla fine della seduta potrà tranquillamente tornare a casa in completa autonomia.